Legge di Stabilita' e tagli alla Sanita'

Legge di Stabilità e tagli alla Sanità. Dopo la riduzione per 2.352 milioni di euro del fondo sanitario nazionale del luglio scorso per l?anno 2015 si profila un ulteriore intervento per il 2016 di oltre tre miliardi di euro. Dunque continua il taglio ai servizi, e non solo agli sprechi ed una costante riduzione delle risorse destinate alla salute. La spesa pubblica in sanità è oggi una delle più basse rispetto al PIL ed in cifra assoluta. Il paragone tra i paesi economicamente simili all?Italia . I dati della spesa pubblica del 2012 ( vedi tabelle allegate) vedono la spesa pro capite italiana a 2.524 $ a fronte dei 3.562 della Francia, dei 3.510 della Germania, dei 3.064 del Regno Unito. I tagli senza effettive politiche di riorganizzazione, che fino ad ora sono più annunciate che attuate, saranno un ulteriore spostamento della spesa a carico dei cittadini, che, se non se lo possono permettere, rinunciano alle cure e, aggravando il loro stato di salute, determineranno maggiori costi nel futuro. Allegato 1 - Dati su sanità

Documenti allegati